Generale

Generale (567)

Una donna si esibisce davanti a lui con un accenno di danza e lancio di un fazzolettone.
Disegno di G.Moscara 

Il successivo intervento dei due difensori ottiene l'effetto della scarcerazione del notaio don Francesco Marsiglia.
Disegno di G.Moscara 

In risposta il generale saluta la comunità incoraggiandola a sostenere la causa dell'unità d'Italia; la folla applaude e lo acclama entusiasta. 
Disegno di G.Moscara 

E' stata una settimana densa e ricca di eventi culturali su iniziativa congiunta dei Comuni di Tortora e di Praia a Mare per la comune intesa dei due sindaci, rispettivamente, ing. Pasquale Lamboglia e dr. Carlo Lomonaco e con l'organizzazione della Soc.Coop.Soc. Mondocultura Athena.
Vedi pannelli del prof. Moscara
Vedi video su YouTube

Difficoltà sempre crescente di comunicazione interpersonale

I centri abitativi del territorio tortorese sono molteplici, l'uno molto distante dall'altro. Lo stesso abitato della Marina è molto sparso. In obbedienza alle leggi urbanistiche, le unità abitative sono separate da fasce di sicurezza. A questo si aggiunga che parecchi edifici sono le seconde case di villeggiatura di Lucani e Campani che restano disabitate per la maggior parte dell'anno. In questo spazio di tempo la Marina è abitata a macchia di leopardo. Tutto ciò non facilita i rapporti ravvicinati e la comunicazione faccia a faccia. Gli stessi vicini di casa non si vedono e non si sentono ed ognuno resta chiuso nel suo guscio, secondo il costume delle città dove capita che gli stessi vicini di pianerottolo si ignorino.
Quando abitavamo nel centro storico, con le case l'una addossata all'altra e le via strette, stavamo e ci sentivamo vicini e partecipi gli uni degli altri. Ogni evento, lieto o triste, era in breve noto a tutti e scattava la condivisione e la solidarietà della comunità. Questo non avviene più con la stessa rapidità e facilità.
Ai Tortoresi residenti, a quelli sparsi per l'Italia e per il mondo e agli amici forestieri si offre in questo sito la possibilità di conoscere il territorio, la storia e la cultura di Tortora.

Le ragioni di questo sito
E' difficile, se non impossibile, mettere insieme fisicamente i Tortoresi, ecco le ragioni di questo sito: approntare un ‘luogo’ in cui tutti abbiano la possibilità di incontrarsi e dialogare, non le solite chiacchiere vuote, ma la possibilità di scambiarsi idee e notizie su Tortora e anche concetti di cultura generale. Io mi limiterò a proporre stimoli sui quali poi ognuno può intervenire attraverso la sezione Contributi degli utenti. 

Michelangelo Pucci

Testi originali dell'epoca dei diretti interessati all'impresa danno un supporto documentale alla tradizione orale riportata dal prof. Amedeo Fulco nel suo libro "Memorie storiche di Tortora".

Pagina 3 di 63
Go to top