Complesso monumentale, in gran parte privatizzato successivamente al 1867.

 Si tratta di un pilastro monolitico in pietra calcarea, lavorato con base e capitello, alto 150 cm, largo 54 cm. . Gli esperti lo datano intorno alla prima metà del I secolo d.C.

I ruderi del corpo della costruzione, in evidenza su un basso rilievo roccioso a margine della vecchia SS18,


E’ una delle più belle vallatedelle montagne tortoresi. Si estende da est a ovest per circa 3.500 metri.

Il toponimo, molto probabilmente, deriva dal nome di una laura di monaci greco-bizantini dedicata ai Santi Quaranta martiri di Sebaste,

Pagina 55 di 64
Go to top