Settimana Garibaldina a Tortora

E' stata una settimana densa e ricca di eventi culturali su iniziativa congiunta dei Comuni di Tortora e di Praia a Mare per la comune intesa dei due sindaci, rispettivamente, ing. Pasquale Lamboglia e dr. Carlo Lomonaco e con l'organizzazione della Soc.Coop.Soc. Mondocultura Athena.
Vedi pannelli del prof. Moscara
Vedi video su YouTube

La settimana è stata preceduta e annunciata con l'esposizione lungo il percorso Sandu Jàculu - Mbedilatèrra di belli e significativi pannelli, nei quali il prof. Giovanni Moscara illustra i vari momenti del passaggio di Garibaldi per Tortora con efficacia narrativa ed effetto scenografico realistico: le figure sono disegnate con tratti decisi e dinamici; gli sfondi, rappresentati dagli edifici storici,  chiudono il campo d'azione con naturalezza.
La settimana si è aperta il 2/5 con il convegno nella sala consiliare del Comune di Tortora sul tema "Il Risorgimento in Calabria"; è proseguita il 3/5 con la mostra dei lavori sul tema delle scuole elementari di Praia; il 4/5 con la presentazione nel piazzale della Madonna della Grotta dei lavori delle scuole superiori di Praia e Tortora; il 5/5 con il convegno nella sala consiliare del Comune di Praia sul tema "Le brigantesse calabresi"; il 6/5 nella mattinata con "il corteo dei piccoli Garibaldini" al Centro Storico di Tortora e nel pomeriggio con una rappresentazione teatrale  sul tema nella sala consiliare del Comune di Tortora degli alunni della scuola primaria; il 7/5 con una manifestazione e presentazione dei lavori della scuola media di Praia.
A solenne conclusione della settimana, nel pomeriggio di domenica 8/5 si è svolta nel Centro Storico, alla presenza di numeroso pubblico, la parata in costume e la drammatizzazione del passaggio di Garibaldi per Tortora: arrivo a Sandu Jàculu, parata fino alla casa Melazzi-Lomonaco, arringa e soluzione del caso del notaio Marsiglia. Ripresa da un'idea originaria di Domenico Cirimele, Biagio Moliterni e Giuseppe Gabriele, la commemorazione sceneggiata è stata possibile grazie alla sinergia di Istituzioni e privati cittadini, il cui apporto, ognuno per l'aspetto di sua competenza, è stato indispensabile per la riuscita dell'evento: per l'organizzazione l'Amministrazione Comunale e la Soc.Coop.Soc. Mondocultura Athena; per la sceneggiatura Biagio Moliterni e Nicola Palladino; per la regia Nicola Palladino. Domenico Cirimele ha impersonato la figura di don Biagio Maceri, Francesco Calabrò il personaggio di Garibaldi, Antonio Lacava il ruolo del notaio don Francesco Marsiglia, Biagio Lavilletta la parte del sindaco don Francesco Perrelli, infine Giuseppe Limongi e Flaviano Pucci hanno sostenuto rispettivamente le funzioni del prete cattivo accusatore e del prete buono don Mansueto Perrelli difensore. Gli attori, tenuto conto della brevità del tempo di preparazione e del loro essere dilettanti, sono stati bravi a calarsi nelle parti muovendosi e recitando con disinvoltura e sicurezza.  
La serata si è chiusa nel Cortile del palazzo Casapesenna con uno spettacolo musicale di contenuto risorgimentale.

Go to top